#scuolaperta 9 Aprile – al Buonarroti si parla di Libri

evento

25 Giugno 2024

Cos'è

unnamed-1-1536x864.jpg

Ogni libro che leggo potrei parlarne per ore, eppure è una cosa che non farei mai. Non ho mai partecipato ad un bookclub perché in fondo (e neanche poi tanto) non voglio sapere cosa pensano gli altri di una storia che dopo che l’ho letta è mia, perchè, per fortuna o purtroppo o chi lo sa, io sono una persona che i miei libri sono Miei. Gelosa come una bambina dei suoi giocattoli, non mi piace condividerli. Non li presto, non li voglio in prestito. Un libro lo firmo, lo dato, lo riempio di orecchie, in alto se la pagina mi piace, in basso se la pagina mi piace moltissimo, sottolineato e con orecchie dappertutto se mi ha aperto la mente e me lo devo ricordare, me lo devo proprio ricordare, la prossima volta che mi servirà nella vita di capire quella cosa che ora è sotto i miei occhi, scritta da qualcun altro, ma era nella mia testa e non lo sapevo! Segni di penna, matita, colori, il tondo del fondo della tazza del caffè che c’ho poggiato sopra, le pagine arricciate dal tempo, dal disordine della borsa dove l’ho stipato, dall’acqua del mare che gocciola dai capelli, le coste che si staccano, le sovracopertine perdute. Un disatro insomma.

Tra le mie edizioni preferite gli Adelphi, perché i colori sono sempre belli, i titoli sempre giusti, gli scrittori sempre bravi, ma soprattutto perchè la copertina ruvida è perfetta, preziosa proprio come la carta da acquarelli a cui somiglia, ogni libro è già una piccola opera.

Da un mese ormai di andare a comprare libri non se ne parla, ne ho ordinato uno il 9 marzo (per scacciare la paura) e lo sto ancora aspettando. Oggi mi hanno scritto che arriverà, forse, un giorno, ma mi avvertiranno e si scusano, e io li aspetto e li perdono.

La Adelphi però mi è venuta incontro, e ha creato una collana proprio per noi, proprio adesso, un esperimento per la quarantena lo hanno chiamato. E io non li posso segnare, piegare o distruggere come piace a me, però li posso leggere e forse è il loro unico vero dovere.

Li consiglio, vivamente, perché escono un po’ per volta e in qualche modo ci accompagnano, e poi sono Adelphi, e i colori sono sempre belli e i titoli sempre accattivanti e gli scrittori sempre bravi.

Niente copertina ruvida, portiamo pazienza.

MICROGRAMMI – CASA EDITRICE ADELPHI

Se poi invece alla carta non volete rinunciarci #Viportiamoilibriacasa

 Mondadori Bookstore di Frascati da martedì 14 Aprile attiverà il servizio a domicilio per il comune di Frascati.

 92402021_1640551312769285_2445179612381052928_n.jpg

Prof.ssa Lecce

 

Destinatari

Costi

Contatti